REGOLAMENTO

REGOLAMENTO BIVACCO “SAN PAOLO IN ALPE”

Art. 1 – Denominazione

E’ denominata “San Paolo in Alpe” la parte del Casone adibita a bivacco. La struttura è situata in comune di Santa Sofia, nella località San Paolo in Alpe, costituisce proprietà della regione Emilia-Romagna ed è attualmente gestita dall’associazione Tour de Bosc APS.

Art. 2 – Caratteristiche

La struttura è divisa in due parti.

Al piano terra, con ingresso rivolto verso la strada Croce di Biserno-San Paolo-Pian del Pero, è situata la parte a libero accesso. Questa rimane sempre aperta ed è utilizzabile come riparo provvisorio in caso di necessità. Sono presenti un tavolo e delle panche, non ci sono fonti di luce e non è possibile accendere fuochi data la mancanza di camino o stufa.

Sempre dal piano terra, dal lato che da verso i pascoli, si accede alla parte gestita del bivacco (per gestita si intende che normalmente la struttura è chiusa e necessita una prenotazione per l’accesso) . Il locale di accesso è ad uso legnaia e ripostiglio. Dalle scale si accede al piano superiore, suddiviso in due vani: il primo adibito a camera da letto con disponibilità di 8 posti totali (4 su letti in legno e 4 su brande montabili, è consigliato dotarsi di materassi e sacchi a pelo); nel secondo vano sono presenti un tavolo con panche per sostare nella struttura e un  camino per scaldarsi o cucinare. Non sono presenti stufe, fornelli o altri attrezzi da cucina, si trovano soltanto alcune esche per il fuoco, due graticole, gli attrezzi da camino e la legna necessaria per il fuoco.

Anche in questa parte della struttura non sono presenti fonti di illuminazione.

Nel bivacco e nelle immediate vicinanze non sono presenti fonti per l’approvvigionamento idrico e servizi igienici.

Art. 3 – Uso e fruizione

La parte della struttura a libero accesso rimane sempre a disposizione di chiunque transiti sull’altopiano di San Paolo in Alpe.

La parte gestita è prenotabile dal sito tourdebosc.it/prenotazioni-e-pagamenti per non più di una notte. Per ulteriori informazioni è possibile contattarci tramite i contatti telefonici reperibili nel sito dell’associazione alla pagina del sito tourdebosc.it/contatti; in alternativa è possibile scrivere alla mail bivaccosanpaolo@tourdebosc.it.

Il prezzo minimo per l’affitto della struttura (considerato dalle ore 11.00 del giorno di prenotazione alle ore 10.00 del giorno seguente; in caso di prenotazioni per il solo pranzo nello stesso giorno la struttura sarà accessibile dalle ore 14.00) è di 30.00 per notte (IVA inclusa). Se si effettua la prenotazione in tre o più persone il prezzo viene considerato di 10  a persona (IVA inclusa). I bambini fino ai 12 anni non pagano alcuna quota (si paga come normali adulti dal compimento dei 13 anni in poi).

Visto che la struttura è affittata nella sua interezza, e per questo c’è un prezzo minimo, non si accettano più prenotazioni per uno stesso giorno.

Nella richiesta di prenotazione (compilabile alla pagina tourdebosc.it/prenotazioni-e-pagamenti) vanno precisate le proprie generalità, il numero dei partecipanti e accettate le condizioni d’uso tra cui il presente regolamento. Dalla stessa pagina del sito è possibile controllare le date già prenotate tramite un apposito calendario.

In caso di danneggiamenti alla struttura o a ciò che è in essa contenuto l’associazione Tour de Bosc APS può procedere alla quantificazione e al recupero del danno subito, ritenendo responsabili i custodi momentanei della struttura ovvero i fruitori stessi.

E’ possibile richiedere l’utilizzo della struttura anche solo come appoggio per il pranzo, in questo caso essa viene concessa gratuitamente, ((con la possibilità di lasciare un’offerta libera /a pagamento)) nell’apposito contenitore al piano terra.

La parte gestita della struttura è dotata di una basilare cassetta di pronto soccorso, vi preghiamo di segnalare all’occorrenza ciò che è stato utilizzato in modo che possiamo provvedere a reintegrarlo.

E’ possibile in caso di necessità o emergenza contattarci per avere accesso alla struttura.

Art. 4 – Soccorso Alpino, Carabinieri Forestali e GAE

In caso di necessità per emergenze il Soccorso Alpino e i Carabinieri Forestali possono usufruire della struttura senza il pagamento di alcuna quota. In caso di emergenza questi corpi potranno avere priorità assoluta su altre eventuali richieste. Se qualcuno si trovasse già all’interno della non è necessario che la abbandoni ma che la lasci comunque a disposizione.

Le professioni legate all’accompagnamento turistico in natura (Guide Ambientali Escursionistiche, Guide Parco, Accompagnatori di Media Montagna, Guide Alpine) che intendano pernottare nella struttura con un gruppo di accompagnati sono esentate dal pagamento della quota (ciò inteso soltanto per la Guida).

Art. 5 – Regole di comportamento

Va tenuto presente che chi usufruisce del bivacco è ospite di una struttura pubblica e perciò di un bene comune, è pertanto buona norma mantenere un comportamento che non danneggi i locali o gli arredi della struttura. In particolare:

  • ognuno dovrà curarsi di mantenere il buono stato del bivacco durante il periodo di soggiorno dato che ne costituirà il custode provvisorio, lasciando in buone condizioni di pulizia e igienico-sanitarie gli spazi sia interni che esterni. Nonostante la mancanza di servizi igienici va mantenuto il massimo rispetto per la struttura e per le aree circostanti, è vietato produrre inquinamento e buona norma non lasciare alcuna traccia;
  • bisogna provvedere a riportare con se tutti i rifiuti prodotti, smaltendoli secondo la normativa vigente;
  • prima di abbandonare il bivacco va verificato che le porte e le finestre risultino chiuse. Per quanto riguarda la parte gestita va verificato lo spegnimento del fuoco e pulito il camino se possibile rimuovendo la cenere e depositandola nell’apposito bidone metallico (situato nei pressi del camino);
  • è assolutamente vietato accendere fuochi all’interno del bivacco aperto e all’esterno della struttura;
  • non lasciare riserve di cibo e vettovaglie per i successivi fruitori del bivacco;
  • a seguito della chiusura della porta di accesso al bivacco gestito, le chiavi dovranno essere riposte nell’apposita cassetta situata nella parte aperta della struttura;
  • in caso di danneggiamento di attrezzature o parti dell’immobile, si prega di dare avviso ai referenti dell’associazione Tour de Bosc APS quanto più prontamente possibile.

Art. 6 – Accesso alla parte chiusa

Per accedere al bivacco gestito è necessario aver effettuato il pagamento della quota richiesta mediante paypal dalla pagina del sito tourdebosc.it/prenotazioni-e-pagamenti oppure direttamente in contanti all’incaricato di Tour de Bosc APS o presso uno dei locali indicati previo accordo telefonico.

In seguito al pagamento, il giorno precedente a quello di prenotazione o il giorno stesso, verrà fornito un codice a quattro cifre. Questo va inserito in un’apposita cassettina contenente le chiavi, situata all’interno della parte sempre aperta del bivacco (appena entrati è situata nella parte destra dell’architrave sopra alla porta di ingresso).

Si raccomanda, dopo il prelievo delle chiavi e ogni volta che si apre la cassetta, di richiuderla e scombinare i numeri. Questo sia che si rimanga nei dintorni della struttura sia che ci si allontani per una passeggiata.

Art. 7 – Giorni di apertura al pubblico ed  organizzazione di eventi

L’associazione Tour de Bosc APS stabilisce delle giornate in cui la struttura rimane aperta al pubblico con presenza di membri dell’associazione, con il fine di permettere agli escursionisti di visitare la struttura, offrire un punto informazioni o ristoro. Tour de Bosc APS può altresì riservare ogni data in caso di necessità o al fine di organizzare eventi in loco.

Art. 8 – Libri visitatori

Sono presenti libri per le firme sia nella parte sempre aperta sia in quella gestita. Utilizzateli per firmarvi, per segnalarci problematiche, per consigli o un semplice saluto.

Un utilizzo della struttura non conforme al presente regolamento esonera Tour de Bosc APS dalla responsabilità per eventuali danni a persone e/o cose.